biblioteca condominiale

Assessore Stefano Bolognini: obiettivo è migliorare qualità della vita e dell’abitare

L’assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità di Regione Lombardia, Stefano Bolognini, è intervenuto all’inaugurazione della Biblioteca condominiale Aler ‘Falcone e Borsellino’ in via Belinzaghi 11, a Milano. “Questa iniziativa  – ha sottolineato  – è per me motivo di grande orgoglio. Iniziative come la biblioteca di condominio ‘Falcone Borsellino’ vanno incentivate e sostenute. Vorrei che in futuro Aler le promuovesse in ogni quartiere. Non solo: il prossimo passo sarà farle diventare ‘buona pratica’ per ogni altra azienda lombarda così che da essere ‘esportate’ in tutta la Regione”.

biblioteca condominiale
Da sinistra: Stefano Bolognini assessore Politiche sociali, abitative e Disabilità di Regione Lombardia, Lamberto Bertolè presidente del Consiglio comunale di Milano, Giuseppe Lardieri presidente del municipio 9, e Luciano Vacca presidente del Comitato inquilini di via Belinzaghi 11

Prima intesa del genere a Milano

“Ringrazio il presidente del Comitato inquilini Luciano Vacca – ha proseguito – il presidente Aler Milano Mario Angelo Sala e il vicedirettore Cristina Cocciolo che ha seguito in prima persona lo sviluppo dell’iniziativa. Sono molto contento che Aler abbia firmato questo Patto di collaborazione, il primo a Milano che prevede l’apertura di una biblioteca di condominio”.
“Vogliamo che queste iniziative si moltiplichino in tutta l’area metropolitana – ha aggiunto – e non restino iniziative ‘spot’ ma si trasformino in investimenti socialmente utili. Il nostro obiettivo è migliorare la qualità della vita e dell’abitare. Ed anche promuovere il senso di appartenenza sensibilizzando, responsabilizzando ed educando i cittadini alla cura e al decoro degli spazi comuni dei quartieri. Il Patto di collaborazione può e deve diventare un vero ‘Patto civico’”.

Verso una partecipazione attiva e condivisa

“Agli inquilini – ha concluso Bolognini – dico che devono vivere questa biblioteca non come spazio ‘concesso dall’azienda’, ma come ‘luogo pienamente vostro’, in cui socialità e aggregazione siano i punti cardine. Spero che, grazie al vostro impegno, la partecipazione ‘attiva e condivisa’ si diffonda al maggior numero di abitanti”. Al taglio del nastro erano presenti anche l’assessore comunale alla Cultura, Filippo Del Corno e il presidente del Municipio 9, Giuseppe Lardieri.

ama